Come affrontare il Mobbing sul Lavoro

Con il termine Mobbing si intende una forma di aggressione sistematica posta in essere dal datore di lavoro o suo preposto (mobbing verticale) oppure dai colleghi (mobbing orizzontale) nei confronti di un lavoratore (mobbizzato), con chiari intenti discriminatori e persecutori, finalizzati all’estromissione di quest’ultimo dall’azienda, attraverso la progressiva marginalizzazione del suo contributo al processo produttivo e/o la sua emarginazione dalla collettività aziendale.

Le azioni vessatorie, per essere considerate Mobbing, devono ripetersi con una determinata frequenza nell’arco di un lungo periodo di tempo.

Il Mobbing è una forma di violenza psicologica tesa a generare stress ed a ledere la sfera psicofisica, la dignità e la professionalità dell’individuo.

La vittima di Mobbing (mobbizzato) può essere emarginata, screditata, calunniata, criticata: possono esserle affidati compiti dequalificanti, può essere spostata da un ufficio ad un altro o essere messa in ridicolo davanti ad altre persone. Nei casi più gravi si arriva anche al sabotaggio del lavoro e ad azioni illegali.

Quali sono le conseguenze del Mobbing?

Il Mobbing può avere diverse conseguenze sulla salute del lavoratore. Il lavoratore può essere danneggiato psicologicamente e fisicamente. La persona mobbizzata può sviluppare depressione, ansia, attacchi di panico, difficoltà di concentrazione, senso di oppressione, tachicardia, debolezza, disturbi gastrointestinali e cardiocircolatori. Tali disturbi vengono ricondotti prevalentemente nell’ambito dei “disturbi dell’adattamento” e dei “disturbi post traumatici da stress”.

Il Mobbing può, inoltre, produrre effetti anche sulla vita privata e familiare del lavoratore: le alterazioni dell’umore e dell’equilibrio psichico causate dal Mobbing, infatti, finiscono spesso per ripercuotersi negativamente anche sul nucleo familiare della vittima.

Come può la Psicoterapia essere d’aiuto nel Mobbing?

Il Mobbing può portare a gravi conseguenze psicofisiche sia per la vittima che per i suoi cari. Per questo, un percorso di Psicoterapia può essere di fondamentale importanza per aumentare le capacità di coping e di resilienza. Un percorso psicoterapeutico può sostenere e aiutare la persona a ritrovare il proprio equilibrio e benessere psicofisico.

Leggi l’intervista completa sul magazine Margherita.net

© Contenuti ed Articoli soggetti a Riproduzione Riservata.