Depressione: come riconoscerla e curarla

La depressione rappresenta un disturbo dell’umore, molto diffuso tra la popolazione generale. Secondo lo studio ESEMeD (European Study of the Epidemiology of Mental Disorders) la prevalenza della depressione in Italia nell’arco della vita è dell’11,2%, con una prevalenza maggiore nelle donne (14,9%) rispetto agli uomini (7,2%). La depressione o disturbo depressivo maggiore può insorgere la prima volta a qualsiasi età, ma la probabilità di esordio aumenta marcatamente con la pubertà. Tuttavia è comunque comune anche un esordio in età avanzata.

Il decorso del disturbo depressivo maggiore è abbastanza variabile: alcune persone hanno episodi di depressione isolati seguiti da alcuni o molti anni privi di sintomi mentre, altri, presentano episodi ricorrenti.

La persona affetta da questo disturbo presenta un umore depresso e una marcata tristezza per la maggior parte del giorno e, quasi, ogni giorno e presenta una marcata diminuzione di interesse e di piacere per tutte, o quasi, le attività quotidiane.

Oltre a questi sintomi, è possibile che la persona presenti anche: una significativa perdita di peso o aumento di peso, un aumento o una diminuzione del sonno (difficoltà a dormire o dormire troppo), un marcato rallentamento motorio o una marcata agitazione, una marcata affaticabilità o mancanza di energia, una ridotta capacità di concentrarsi o di pensare e talvolta, pensieri ricorrenti di morte.

La persona depressa descrive il suo umore come “triste, disperato, scoraggiato o giù di corda” e riferisce, spesso, di non provare alcun piacere in attività precedentemente considerate piacevoli (per esempio hobby).

Sono, inoltre, molte frequenti il senso di autosvalutazione e di colpa che possono includere valutazioni negative irrealistiche del proprio valore (“non valgo niente”) o ruminazioni su piccoli errori del passato.

I familiari notano, frequentemente, ritiro sociale o abbandono delle occupazioni piacevoli.

Come si cura la depressione?

Le cure per affrontare la depressione variano in base alla gravità e alla durata dei sintomi e prevedono un percorso di psicoterapia talvolta, associato ad una terapia farmacologica.

Il percorso di psicoterapia può aiutare la persona che soffre di depressione a ritrovare il proprio equilibrio e benessere psico-fisico.

La Terapia della Gestalt rappresenta un metodo psicoterapeutico efficace per la cura della depressione in quanto, aiuta a migliorare la qualità di vita della persona depressa, aiutandola a vedere in una prospettiva diversa le proprie difficoltà e sofferenze, rendendola libera e responsabile, in grado di muoversi consapevolmente nel proprio ambiente per realizzarsi. © Contenuti ed Articoli soggetti a Riproduzione Riservata.